Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.
 
geomatica.it
Il portale degli strumenti di misura per l'edilizia e la topografia
disto.it
termocamere.com
teorematopcenter.com
Benvenuto! Accedi | Registrati
Home       PRODOTTI       Promozioni       LABORATORIO       Usato       Noleggio       SERVIZI   
 

La Misura Angolare Seconda Parte

Breve storia degli strumenti per la misura topgrafica

di Luigi Colombo: Istituto di Topografia, Fotogrammetria e Geofisica, Politecnico di Milano
Attilio Selvini: Istituto di Geodesia, Topografia e Geofisica Mineraria, Università di Bologna.

2 - La misura angolare (seconda parte)


Vere misure angolari sono invece eseguite con il "quadrato geometrico", di cui molti trattatisti medievali parlano sotto i nomi di "quadratum mediclinorum", "instrumentum gnomonicum", ecc.
Sembra che il "quadrato" compaia addirittura verso l'anno 100 a.C.: era costituito da quattro aste a telaio o da una tavoletta quadrata (fig. 4)

Figura 4 - Il quadrato geometrico in una delle forme diffuse nel 1500
 Notizie particolareggiate sull'uso del quadrato geometrico vengono date da S. Belli, in "Libro da misurar con la vista", Venezia, 1569. Al Belli viene ascritta l'antenata della "Tavoletta pretoriana" (v. par. 5) che l'autore avrebbe mutuata appunto da un quadrato geometrico; nell'opera del Belli vi è infatti la "misura col tamburo" (fig. 6) e certamente tale arnese militare è già qui "in nuce" un fondamento di tavoletta.

Figura 5 - Uso del quadrato
 Figura 6 - La misura "col tamburo", antesignano della "tavoletta".

E' il classico problema dell'intersezione in avanti. Altro tipo di "quadrato" viene descritto da Cosimo Bartoli, in "Del modo di misurare le distanze, ecc.", Venezia 1589.


 Questo è sicuramente un goniometro (fig. 7) capace tra l'altro di misurare angoli di altezza; a lui fa seguito altro predecessore del teodolite in grado di esser disposto su un supporto piano e provvisto di bussola (fig. 8). Non è però storicamente il primo goniometro completo.

Figura 7 - Il "quadrante geometrico" o "quadrato", descritto dal Bartoli 
 Figura 8 - Strumento topografico descritto dal Bartoli nel 1589, usato per rilevamenti di grandi estensioni di terreno. 

 
TAG:
 
© 2016 Teorema S.r.l. - P.I./C.F. 08379270153 - REA MI 1224723 - cap.soc. 100.000 € i.v. - Milano   -   Condizioni di vendita - Trattamento dei dati
Powered by Tecsia